Con fare deciso bussò al portone. Le aprirono. Nonostante l'aria stanca subito dimostrò un atteggiamento sicuro e pungente. "Finalmente vi ho trovato, è da stamattina che sono in volo." Il suo vitino da vespa era accentuato da una gonna a righe gialle e marroni, alquanto improbabile. "Si sieda, prego" dissi. "No grazie, sono qui perché voglio che realizziate un sito per me e le mie amiche". Questa richiesta mi sembrò alquanto bizzarra e ancor più incomprensibile mi sembrò l'utilizzo che ne avrebbe fatto. Captò subito il mio stupore e, guardandosi intorno con fare indagatorio, mi disse: "Voi siete in grado di realizzare un sito per noi?" "Certo, il nostro studio progetta, realizza e pubblica siti per tutti i gusti". "Anche al miele?" Continuavo a non capire. "Io e le mie amiche abbiamo un'attività di produzione, in teoria, molto redditizia ma, in realtà, poco remunerativa".
"In che consiste?" "Nella produzione di miele. Ora abbiamo deciso di curarne in proprio anche la distribuzione, senza l'uomo di mezzo". Mi fu tutto chiaro. Voleva vendere il suo miele direttamente in tutto il mondo e aveva bisogno della rete per farlo; in più era anche femminista. Improvvisamente si sedette e accavallò le gambe. "Noi offriamo un servizio completo. Ci dia tutte le informazioni sulla vostra attività e noi penseremo a progettare una proposta grafica originale ed espressiva, che faccia al caso suo e sia in sintonia con la sua immagine. Successivamente tradurremo il lay-out in pagine web". "Stupefacente!" disse lei, drizzando le antenne. "Mi mandi il contratto all'alveare 1.025, cella n° 1". Quando volò via mi sembrò alquanto soddisfatta. Mi sto ancora chiedendo se, per abbattere i costi di spedizione, organizzeranno degli alveari in franchising con partners in tutto il mondo, o se invieranno la merce via corriere.
 Visita il nostro sito     www.graphikweb.com